Archivi tag: mpa

i lavoratori denunciano: “VOTO DI SCAMBIO ALLA MULTISERVIZI”

Voti in cambio dell’assunzione alla Multiservizi. E’ la denuncia, raccolta da Livesicilia, di uno dei dipendenti a rischio licenziamento che oggi si sono incatenati davanti al Comune. “Il signor sindaco Stancanelli e il signor Raffaele Lombardo, che è il suo padrone, devono venire qui a dirci in faccia quello che ci hanno promesso, perchè noi abbiamo fatto fior fior di campagne elettorali. Io e i miei colleghi abbiamo pagato il posto con i voti, lo abbiamo pagato facendo fior fior di campagne elettorali, io sono anche un tesserato Mpa e Raffaele Lombardo sicuramente dirà che non mi conosce, ma la verità è che lui sa, il puparo sa quello ha fatto…”. LEGGI SU LIVESICILIA

 

LOMBARDO FOREVER adesso tocca al figlio

RIELA, il fratello del Killer e i politici MPA

Esclusiva

Il gruppo Riela, il fratello del killer e i due politici

di

I signori dei trasporti di Catania. Sullo sfondo la mafia, i soldi. E – come in molte storie siciliane – spunta anche la politica. LEGGI SU LIVESICILIA ESCLUSIVA

LA CAUSA “SUMMIT NELLA CAMPAGNA DEL GOVERNATORE”

Catania, i verbali del pentito La Causa

“I capimafia si incontravano
nella campagna di Lombardo”

"I capimafia si incontravano nella campagna di Lombardo"

Nei verbali depositati al processo per reato elettorale, il pentito Santo La Causa racconta di un incontro avvenuto a Ramacca, nella tenuta di Raffaele Lombardo (nella foto), fra i capimafia per sanare i contrasti interni all’organizzazione.

LEGGI SU LIVESICILIA

TIC TAC TIC TAC

Caso Scavone, le intercettazioni

“Mafiosi nelle liste Mpa”
Colianni: “Sono sconvolto”

Martedì 05 Giugno 2012 11:33 di Antonio Condorelli

Sono 2.900 le intercettazioni audio del manager Antonio Scavone depositate ma non trascritte. Fra queste anche quella in cui il maresciallo della Finanza, Federico Pioppo, denuncia la presenza di “elementi del clan Lo Piccolo nelle liste dell’Mpa”. Paolo Colianni (nella foto), tirato in ballo, replica alle accuse.

Sono 2.900 le intercettazioni audio del manager Antonio Scavone depositate, non trascritte e scartate da finanzieri e carabinieri che hanno indagato sulla gestione dell’Asp3 nell’era autonomista. Intercettazioni che “S” ha svelato nel numero di aprile e che adesso stanno provocando un terremoto in Procura, visto che il pubblico ministero Barbara Tiziana Laudani, che ha chiesto l’archiviazione per Scavone, non si accontenta più del brogliaccio riassuntivo ed ha ordinato la trascrizione di tutti i file audio.

Fra le numerosi intercettazioni, le cimici registrano anche la denuncia del maresciallo della guardia di finanza Federico Pioppo sulla presenza di “elementi del clan Lo Piccolo nelle liste dell’Mpa”. Durante le elezioni comunali di Leonforte, in provincia di Enna, il maresciallo della finanza Federico Pioppo non condivide l’atteggiamento dell’onorevole Paolo Colianni, che avrebbe portato “queste persone, gente che a Leonforte gestisce l’usura, la politica, la prostituzio…”.

CLICCA E LEGGI SU LIVESICILIA

l’ANTIMAFIA dei fatti

Maria Falcone

“Lombardo doveva dimettersi
per seguire i suoi processi”

di Riccardo Lo Verso10 mag Il governatore non è gradito per la sua attuale posizione di imputato per mafia. Lo ribadisce Maria Falcone (nella foto con Piero Grasso) in un incontro organizzato alla Facoltà di Medicina di Palermo. Una posizione che, secondo la Falcone, avrebbe dovuto suggerire al governatore di fare un passo indietro per “evitare quegli inciuci di cui siamo stanchi”.

416 BIS

Catania

Associazione mafiosa
Per Lombardo inchiesta-bis

di Antonio Condorelli
11 apr Una nuova tegola per Raffaele Lombardo: sul capo del presidente della Regione pende anche un’altra indagine della procura di Catania. E l’accusa, in questo caso, è più diretta: “Associazione mafiosa”.