Archivi tag: angelino alfano

#AlfanoTantoAmato IL CENTRO RIFUGIATI, I VOTI E I POSTI DI LAVORO (PAGATI DAI CITTADINI) @Reportime

http://video.corriere.it/video-embed/efb1e0d8-ad57-11e4-8190-e92306347b1b

Il partito di Alfano è al 4% in Italia, ma nel paese del centro rifugiati di Mineo ha ottenuto il record del 40%. La domanda è lecita: c’è una connessione tra i risultati elettorali e i posti di lavoro dispensati (che paghiamo noi ogni anno con 30milioni di euro)? GUARDA IL VIDEO SU REPORTIME-CORRIERE DELLA SERA  #AlfanoTantoAmato

Annunci

#MAFIACAPITALE, la pista siciliana: videoinchiesta su @REPORTIME

LA VIDEOINCHIESTA SU #REPORTIME

PRIMA PUNTATA- L’inchiesta Mondo di Mezzo della Procura di Roma contiene anche una pista siciliana che porta al Centro rifugiati di Mineo, in provincia di Catania, territorio che alle ultime europee ha regalato il 39% dei consensi al Nuovo centrodestra. Al momento non ci sono indagati ufficialmente ed è scesa in campo la Procura di Caltagirone, competente territorialmente. LINK
http://video.corriere.it/video-embed/8f53ea70-8f7e-11e4-b2e8-757fd60bcfb4

mafia capitale pista siciliana condorelli-6 mafia capitale pista siciliana condorelli-5 mafia capitale pista siciliana condorelli-4 mafia capitale pista siciliana condorelli-3 mafia capitale pista siciliana condorelli-2 mafia capitale pista siciliana condorelli-1 mafia capitale pista siciliana condorelli

Alfano incontra l’indagato Ciancio e il caso finisce in commissione Antimafia

Alfano incontra l'indagato Ciancio e il caso finisce in commissione Antimafia

Il ministro dell’Interno incontra il potente editore di Catania Mario Ciancio, indagato per concorso esterno con il clan Santapaola, riciclaggio e turbativa d’asta aggravata dal favoreggiamento alla mafia] Il ministro dell’Interno incontra il potente editore di Catania Mario Ciancio, indagato per concorso esterno con il clan Santapaola, riciclaggio e turbativa d’asta aggravata dal favoreggiamento alla mafia

Angelino…BUGIE MINISTERIALI!

 

Alfano e le “bugie ministeriali”. Tribunale di Sciacca verso la chiusuraNon solo enti locali. La mannaia della manovra economica del governo colpisce anche la giustizia e chiude le procure. Come a Sciacca, seconda città della provincia di Agrigento (terra del segretario politico del Pdl Angelino Alfano) dove cancellieri, avvocati e amministratori sono sul piede di guerra. Quel palazzo è l’unico presidio di giustizia all’interno di una delle roccaforti del Pdl, dove è molto influente anche il numero uno di Cosa Nostra: Matteo Messina Denaro. La popolazione è infuriata perché nel 2009 era stato lo stesso Alfano, da ministro della Giustizia, ad assicurare: “il tribunale di Sciacca, e questa è una notizia buona che vi do, non corre alcun rischio di chiusura”. “Bugie ministeriali”, dicono i cittadini. CLICCA QUIdi Antonio Condorelli