Archivi categoria: Reportime Corriere della Sera

#AlfanoTantoAmato IL CENTRO RIFUGIATI, I VOTI E I POSTI DI LAVORO (PAGATI DAI CITTADINI) @Reportime

http://video.corriere.it/video-embed/efb1e0d8-ad57-11e4-8190-e92306347b1b

Il partito di Alfano è al 4% in Italia, ma nel paese del centro rifugiati di Mineo ha ottenuto il record del 40%. La domanda è lecita: c’è una connessione tra i risultati elettorali e i posti di lavoro dispensati (che paghiamo noi ogni anno con 30milioni di euro)? GUARDA IL VIDEO SU REPORTIME-CORRIERE DELLA SERA  #AlfanoTantoAmato

Annunci

#MAFIACAPITALE, la pista siciliana: videoinchiesta su @REPORTIME

LA VIDEOINCHIESTA SU #REPORTIME

PRIMA PUNTATA- L’inchiesta Mondo di Mezzo della Procura di Roma contiene anche una pista siciliana che porta al Centro rifugiati di Mineo, in provincia di Catania, territorio che alle ultime europee ha regalato il 39% dei consensi al Nuovo centrodestra. Al momento non ci sono indagati ufficialmente ed è scesa in campo la Procura di Caltagirone, competente territorialmente. LINK
http://video.corriere.it/video-embed/8f53ea70-8f7e-11e4-b2e8-757fd60bcfb4

mafia capitale pista siciliana condorelli-6 mafia capitale pista siciliana condorelli-5 mafia capitale pista siciliana condorelli-4 mafia capitale pista siciliana condorelli-3 mafia capitale pista siciliana condorelli-2 mafia capitale pista siciliana condorelli-1 mafia capitale pista siciliana condorelli

Belice, sopravvissuti al terremoto, uccisi dall’amianto

Morire in silenzio di amianto senza avere giustizia. I sopravvissuti al terremoto che ha distrutto il Belice nel 1968, hanno ricevuto in “regalo” (dalle sottoscrizioni raccolte da alcuni quotidiani) baracche con tetti, pareti e vasche per l’acqua completamente in amianto. A Montevago, in provincia di Agrigento, ancora oggi queste infernali scatole prefabbricate sono abitate dai residenti che tengono la conta di chi è stato ucciso dai tumori correlabili all’amianto.

Peccato che nessuna autorità (sanitaria e politica) e la magistratura abbiano voluto stabilire il nesso di causalità tra l’esposizione all’amianto e le morti per cancro degli ultimi 40 anni perché in Sicilia il registro tumorale è stato istituito soltanto nel 1998. Il Senato un anno fa annunciò lo sblocco dei fondi per le bonifiche. Di questi soldi, però, non c’è traccia.

http://video.corriere.it/video-embed/8b0ddce8-773f-11e4-90d4-0eff89180b47

GUARDA SU REPORTEAM

montevago Condorelli-5

Azienda dei Prestigiacomo ecco il video dell’area sequestrata

La polizia giudiziaria ha sequestrato parte dello stabilimento siracusano dei Prestigiacomo per verificare la sussistenza di reato in materia ambientale. Secondo una prima ricostruzione, i reflui del lavaggio di macchine industriali sarebbero stati smaltiti direttamente in un tombino. Il flusso di liquami, presumibilmente contenente oli ed altre sostanze in corso di identificazione, sarebbe finito all’interno di un terreno posto sotto sequestro. Sequestrato anche un cumulo di rifiuti di varia natura.

Il rischio è che sia stata contaminata la falda acquifera, ma secondo Marcello Randazzo, legale dei Prestigiacomo, “l’azienda ha rispettato tutte le procedure e i reflui sono stati smaltiti correttamente”. LEGGI SU REPORTIME – CORRIERE DELLA SERA

sequestro prestigiacomo video antonio condorelli

L’imputato di truffa aggravata che vigila sulla Rai

Il presidente del Senato Pietro Grasso, Partito democratico, ha nominato come componente della commissione di vigilanza Rai, azienda partecipata dallo Stato, il senatore Antonio Scavone, rinviato a giudizio con l’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato e abuso d’ufficio.

LEGGI SUL CORRIERE DELLA SERA (CLICCA)

imputato truffa vigila sulla RAi

TAGLI, dove non osano Alfano e Letta

GUARDA SU CORRIERE DELLA SERA – REPORTEAM In Italia le aziende sanitarie assumono medici che, per legge, vantano un contratto da dirigenti anche nei casi in cui non hanno personale alle proprie dipendenze: in pratica sono dirigenti di sé stessi. Caso emblematico l’Asp di Potenza che ha arruolato 629 dirigenti medici. Il direttore generale Mario Marra, 40 anni di esperienza nel settore della pubblica amministrazione, applica la legge. Il contratto prevede, oltre alla parte fissa, una parte variabile e “altre voci”: carte alla mano, ciascun dirigente costa dai 50 ai 140mila euro anno. Nel frattempo gli animalisti dell’area insorgono perché tra questi 629 dirigenti 71 sono veterinari; eppure l’ambulatorio che dovrebbe occuparsi della sterilizzazione e cura dei cani è in funzione solo poche ore a settimana. reporteam antonio condorelli scandalo dirigenti