Iblis: “Lombardo voleva l’inceneritore”

Esclusiva. Parla il geologo Barbagallo

di Antonio Condorelli
18 apr Continuamo la pubblicazione delle carte dell’inchiesta Iblis che hanno portato alla chiusura delle indagini con l’accusa di concorso esterno alla mafia del governatore siciliano Raffaele Lombardo, del fratello deputato Angelo e di una cinquantina tra amministratori, imprenditori e malavitosi. In questo verbale che viene reso noto per la prima volta il geologo Giovanni Barbagallo, attualmente detenuto, ricostruisce nei dettagli la storia dell’inceneritore che sarebbe dovuto sorgere a Paternò, smentendo in qualche modo la strategia difensiva del presidente Lombardo, il quale ha sempre sostenuto di aver rotto consolidati equilibri mafiosi a partire proprio dall’aver bloccato la costruzione degli incenitori CONTINUA A LEGGERE SU LIVESICILIA.IT