3 commenti su “Al lavoro per il secondo “S” CATANIA”

  1. non dimenticare la cementificazione di taormina! catania è ormai perduta! non perdiamo il resto della nostra terra. buon lavoro a muso duro e senza “padroni”!!!

Rispondi a Stiben Mesa Paniagua Annulla risposta