IL BOSS DEI SUPERMERCATI

Il sostituto procuratore generale di Catania, Gaetano Siscaro, ha chiesto alla Corte d’appello etnea il rinvio a giudizio per omicidio di Sebastiano Scuto, il ‘re dei supermercati’ in Sicilia. L’imprenditore è accusato di avere indicato al clan al quale pagava il ‘pizzo’ Giovanni Aiello, un estorsore del clan Sciuto Tigna ucciso dalla cosca rivale dei Laudani, che aveva chiesto una tangente a un punto vendita gestito da Scuto.

Per la stessa accusa l’imprenditore era stato prosciolto nel 2004 dal Gup Antonino Fallone  a conclusione dell’udienza preliminare. Contro questa decisione la Procura generale aveva presentato ricorso che è stato bloccato dalla Cassazione perchè ritenuto in un primo momento inammissibile. L’udienza preliminare riprenderà martedì prossimo con l’intervento degli avvocati della difesa.


Scarica gratis Messenger Beta! Portati avanti.